TUTTI IN ALTALENA

foto tratta dal web: http://www.aicmt.org/index.php?option=com_content&task=view&id=147&Itemid=161

IL PROGETTO DELL’AICMT PER DOTARE I PARCHI PUBBLICI DI UN’ALTALENA PER BAMBINI IN CARROZZINA

L’AICMT (Associazione Italiana Charcot Marie Tooth,) è una piccola ma determinata Onlus con sede a Collegno (To) e si occupa di dare sostegno e consulenza ai pazienti e alle famiglie. Promuove la ricerca, l’informazione scientifica e la conoscenza di questa neuropatia.
http://www.aicmt.org/index.php?option=com_content&task=view&id=147&Itemid=161

La Charcot Marie Tooth (dal nome dei medici che per primi la descrissero nel 1886) è una malattia genetica che causa l’indebolimento dei muscoli dei piedi, delle gambe e delle mani. Ne consegue una grave perdita di manualità, postura e deambulazione. E’ una malattia rara, non mortale, ma degenerativa e compromette non poco la qualità della vita. Al momento non ci sono terapie risolutive.

L’AICMT conosce i problemi dei piccoli con mobilità limitata e delle loro mamme, perciò ha lanciato in campo nazionale il progetto “TUTTI IN ALTALENA”. Perché l’altalena? Perché non c’è ingiustizia maggiore di una malattia incurabile per un bambino. Allora abbiamo pensato che, se non possiamo curare quei bambini, almeno possiamo farli sorridere e dare la possibilità ai piccoli in carrozzina di andare in altalena nel parco della loro città, insieme agli altri. Perciò vorremmo acquistare almeno un’altalena per bambini in carrozzina (3000 euro circa) ed installarla in un giardino pubblico o in un parco giochi perché le peggiori disabilità sono la solitudine e la discriminazione.

Finora hanno risposto all’appello: Bari, Cagliari, Collegno, Rimini, Roma. Presto si unirà Torino e speriamo ancora tante altre città!

http://buonacausa.org/cause/altalena-disabili-ai-giardini-pubblici-di-bari#.V2L8y6frX2w.facebook
volontario referente: Donatella Albergo

http://buonacausa.org/cause/altalena-disabili-ai-giardini-pubblici-di-cagliari
volontario referente: Simone Musu

http://buonacausa.org/cause/altalena-disabili-ai-giardini-pubblici-di-rimini
volontario referente: Virginia Montanari

http://buonacausa.org/cause/altalena-per-disabili-ai-giardini-pubblici-di-roma
volontario referente: Magda Catania

http://buonacausa.org/cause/altalenadisabili#.V2L6o6woK-M.facebook
volontario referente: Paola Gillo
qui troverete tutti i dettagli. Il versamento è deducibile!

L’AICMT pubblica periodicamente gli aggiornamenti sulla sua pagina Facebook https://www.facebook.com/Associazione-Italiana-Charcot-Marie-Tooth-Onlus-62829197115/?ref=ts&fref=ts

A Bari qualcosa si sta muovendo. Alcune altalene speciali sono state già installate, ma ogni giardino o parco pubblico dovrebbe averne una per non costringere i genitori a complicati spostamenti per raggiungere il parco inclusivo. Purtroppo è ancora difficile spostarsi con una carrozzina in macchina o no… Perciò ci auguriamo che le nostre altalene siano in ogni giardino, anche in quello sotto casa. Ci auguriamo che trovino la solidarietà di tante piccole spinte che le facciano volare in alto. Ci auguriamo di dare un attimo di serenità a tutti i bambini.

E allora… TUTTI IN ALTALENA!

Donatella Albergo
(volontaria AICMT)

Bari, la storia e l’artigianato digitale

IMG_4684

Articolo di Bianca Maria Fanti  
Foto di Valentino Sangiorgio – Plastico Mostra Bari XI secolo                                       

 

museo civico

Al Museo Civico di Bari, dal 2 al 13 maggio, è possibile rivivere l’atmosfera di una Bari dell’anno 1000. Tra le suggestive riproduzioni dei costumi dei monaci e dei marinai dell’XI secolo, colpisce la visione tridimensionale della città di allora, che si estendeva su un litorale ben diverso dall’attuale, caratterizzata dal fiorire di torri che delineano uno skyline vario,ma comunque rispettoso della riconosciuta predominanza della chiesa cattedrale. Leggi tutto

Un’idea di cittadinanza attiva: il Progetto “MunicipioAperto”

_DSC3606

LE ISITUZIONI SONO VICINE. IMPARIAMO A CONOSCERLE E A INTERAGIRE CON LORO, PER MIGLIORARE LA NOSTRA CITTA’ E LA NOSTRA VITA. QUESTO L’OBIETTIVO DEL PROGETTO “MUNICIPIO APERTO”, NATO DA UN’IDEA DELLA “SCUOLA DI FORMAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA – LIBERTIAMOCI” E PATROCINATO DAL MUNICIPIO 1. Leggi tutto

G. Bianchi Dottula in Consiglio Comunale

_DSC3490

Articolo scritto da Simona Speranza
del Liceo G. Bianchi Dottula, Bari

(pubblicato su LES News Puglia  il 12/02/2016)

 

Nel corso dell’anno scolastico 2015/2016 , il Liceo G. Bianchi Dottuta è stato coinvolto nel progetto “MunicipioAperto”, un’iniziativa intrapresa dal Municipio 1 di Bari e dall’Associazione culturale “Libertiamoci”, così denominata in quanto il quartiere Libertà è il suo cuore pulsante, per illustrare ai cittadini le nuove strutture amministrative: i Municipi. Leggi tutto

Incontro con il Sindaco Decaro

comunebari1

Il 15 dicembre 2015, preso la sede dell’Officina degli Esordi di Bari, si è svolto un Question-time alla presenza del Sindaco di Bari Antonio Decaro.

L’iniziativa era a cura dell’Associazione di cittadinanza attiva “ARCA Centro di Iniziativa Democratica”.
L’incontro previsto per le ore 18.15 è stato presieduto da Carlo Paolini, Presidente dell’ARCA, il quale, in attesa dell’arrivo del Primo Cittadino, ha chiesto a tutti gli intervenuti se vi fossero idee, proposte e analisi sullo stato della nostra città. Dagli interventi, così come dalle domande successivamente rivolte al Sindaco, sono emersi aspetti propositivi, ma anche molte  preoccupazioni.  Leggi tutto

VIII EDIZIONE DEL PREMIO DI LAUREA “BARBARA BALDACCI”

IMG-20151128-WA0008

COME LA TRAGEDIA PUO’ TALVOLTA FARSI SPERANZA E IMPEGNO

Articolo e fotografie di Donatella Albergo                                                  

Bari, 27 novembre, Università degli Sudi di Bari “Aldo Moro” Leggi tutto

CIAO, CHRISTIAN

Stamattina, alle 7,30, un volontario IN.CON.TRA. si imbatte per caso in questo giaciglio. Un senzatetto ha passato la notte sotto cartoni e teli di plastica e fra poco dovrà lasciare anche quelli. In basso a destra si intravedono una bottiglietta e una mano.

Domenica, 22 Novembre

Ieri mattina è morto Christian, il nostro amico rumeno. Morto senza un letto, morto come un cane nel freddo e nel silenzio.

Cinquantasei anni vivendo, sopravvivendo per strada con piccoli lavoretti occasionali, mangiando la sera, in piedi, all’aperto, alla mensa della stazione. Quando poteva, il vino lo riscaldava. Ma chi può fargliene una colpa? La notte è fredda, anche qui da noi, e lunga da passare. Il vino scalda e ti fa sentire meno solo e a casa. Leggi tutto

VIA MANZONI: E ALTRI TEMI DI DISCUSSIONE

Articolo di Antonio Garofalo                                               
Fotografie di Roberta Giordano                           

Nelle geometrie a cielo aperto di Bari, è una linea retta tra i quartieri “Murat” e “Libertà” e così, nel modo più semplice, è riportata dalla toponomastica. E’ sempre stata immaginata un luogo sospeso, forse per la sua posizione nel mezzo di due quartieri, tra “strada centrale”, soprattutto per chi arriva dalla “Bari-Barletta”, e segmento di confine, per chi vive in città. Parliamo di Via Manzoni, ma ormai del suo passato, della sua storia. Leggi tutto

“VILLAGGIO TRIESTE”, STORIA (IN CHIAROSCURO) DI ACCOGLIENZA E DI INTEGRAZIONE

villaggio trieste libro

Articolo e foto di Donatella Albergo

 

CIRCA SESSANT’ANNI FA, NELL’ESTATE DEL ’56, VENIVANO CONSEGNATE AI RIMPATRIATI LE 26 PALAZZINE DEL “VILLAGGIO TRIESTE”. 316 MINI APPARTAMENTI, VEGLIATI DALLA PARROCCHIA DI SAN ENRICO IMPERATORE Leggi tutto

La strada della discordia

copertinaIMG-20150929-WA0011

LA CHIUSURA DI POCHE DECINE DI METRI DI UN TRATTO DI VIA MARTIRI D’OTRANTO HA SPACCATO IN DUE LE OPINIONI DEI RESIDENTI. NON MOLTI I PRESENTI ALLA DIRETTA DI TELEBARI, MA CONVINTI E BATTAGLIERI Leggi tutto

© 2016 Libertiamoci.Bari.it - Ass.Cult. “Scuola di Formazione alla Cittadinanza Attiva – Libertiamoci” - Sito realizzato da Barikom. Su