VIA SAGARRIGA VISCONTI

La seconda puntata del nostro viaggio ci porta in via Sagarriga Visconti.

Questa via è dedicata alla nobile famiglia Sagarriga di origine spagnola, precisamente dalla Catalogna, dove avevano il titolo di “conte”.

I Sagarriga si trasferirono nel napoletano attorno nel 1500. Da qui si spostarono prima a Barletta e nel 1529 si stanziarono a Giovinazzo, dove furono aggregati alla nobiltà locale. Questa unione fu sancita dal matrimonio di tale Francesco, membro della famiglia Sagarriga, con la nobile Giulia Chyurlia, anche lei nobile di Giovinazzo.  Un loro nipote, Gian Luigi Sagarriga, sposò Isabella Visconti, baronessa di Loseto, e andò a vivere proprio a Loseto vicinissima, come ben sappiamo, a Bari.  I due ebbero diversi figli, ma di questi uno, Domenico, aggiunse al proprio cognome quello della madre, dando così origine al ramo dei Sagarriga Visconti. Fu sempre Domenico, nel 1762, a vendere il feudo di Loseto e a trasferirsi definitivamente a Bari dove risiedeva già da diverso tempo, e fu ammesso a far parte della nobiltà barese.

Da Domenico Sagarriga Visconti nacquero molti figli, tra cui si distinsero Gian Luigi (1726-1781), filosofo, storico e letterato di

grande valore, socio della Reale Accademia di Scienze e Belle Lettere di Napoli, prefetto e governatore del Real Convitto di Bari ed autore di diverse opere inedite; Nicola (1728-1806), padre teatino, generale dell’ordine e autore di parecchi lavori di carattere storico, filosofico e religioso; Giorgio (1727-?), uomo di alta cultura, socio della Reale Accademia di Scienze e Belle Arti di Napoli e dell’Arcadia Sebezia, autore di diversi lavori in materia di economia politica, agricoltura, pesi e misure. Proprio Giorgio, prese in moglie Caterina Volpi, dando origine al ramo dei Sagarriga Visconti Volpi, ai quali è intitolata la Biblioteca Nazionale della nostra città. La biblioteca, infatti, era originariamente di proprietà di tale Girolamo Sagarriga Visconti Volpi, senatore, che nel 1865 regalò la propria biblioteca che andò così a costituire il primo nucleo dell’attuale Biblioteca Nazionale di Bari.

Parecchi componenti della famiglia Sagarriga Visconti ricoprirono cariche nell’amministrazione della città: si avvicendarono decurioni, sindaci, consiglieri comunali, assessori. L’ultimo esponente della famiglia di cui si hanno tracce è Nicola Sagarriga Visconti, consigliere dal 1876 al 1889, dal 1889 al 1892 e nel 1893.

Stemma gentilizio del casato dei Sagarriga Visconti

Bibliografia: “Le strade di Bari” di Vito Antonio Melchiorre (Periodici Locali Newton).

www.it4test.com
210-260
200-310
SY0-401
810-403
300-320
400-101
70-533
N10-006
MB2-707
210-060
400-201
350-018
ADM-201
CISSP
1Z0-060
400-051
300-075
MB2-704
100-101
9L0-012
642-999
300-115
MB5-705
70-461
1V0-601
300-206
352-001
70-486
300-135
NS0-157
PR000041
300-101
70-346
CCA-500
70-480
300-208
70-462
EX200
1Z0-803
EX300
ICBB
1Z0-808
AWS-SYSOPS
1Z0-434
300-070
CAS-002
220-801
SSCP
PMP
642-997
70-410
101-400
ITILFND
AX0-100
2V0-621
102-400
101
1Z0-067
220-802
70-463
C_TAW12_731
70-494
CISM
700-501
NSE4
NSE7
70-483
70-488
200-120
210-260
200-310
SY0-401
810-403
300-320
400-101
70-533
N10-006
MB2-707
210-060
400-201
350-018
ADM-201
CISSP
1Z0-060
400-051
300-075
MB2-704
100-101
9L0-012
642-999
300-115
MB5-705
70-461
1V0-601
300-206
352-001
70-486
300-135
NS0-157
PR000041
300-101
70-346
CCA-500
70-480
300-208
70-462
EX200
1Z0-803
EX300
ICBB
1Z0-808
AWS-SYSOPS
1Z0-434
300-070
CAS-002
220-801
SSCP
PMP
642-997
70-410
© 2016 Libertiamoci.Bari.it - Ass.Cult. “Scuola di Formazione alla Cittadinanza Attiva – Libertiamoci” - Sito realizzato da Barikom. Su