EPPUR SI PUO’ – ALCUNI BUONI ESEMPI DI RECUPERO EDILIZIO NEL NOSTRO QUARTIERE

Articolo di Donatella Albergo
Foto di Roberta Giordano e Donatella Albergo                                         

A volte, camminando a naso in su, seguendo un gomitolo di pensieri, ti imbatti in un salvataggio che ti fa sperare e dimenticare per un po’ brutali demolizioni, come per esempio il recente scempio della palazzina di via Eritrea. E ti viene da dire: eppur si può!

via Altamura

Siamo nella piccola via Altamura, il fianco sinistro dell’edificio “Garibaldi”, dove un’anonima palazzina d’inizio Novecento è stata salvata, ristrutturata e, con un cambiamento di destinazione d’uso, è diventata un elegante albergo a quattro stelle. Con il suo rosa delicato, profilato di bianco, illumina la stradina e guarda ringiovanita il fianco della scuola elementare “G. Garibaldi”, antico orgoglio del quartiere, anch’essa salvata e riaperta ai bambini in anni recenti. Gli edifici sono coevi e sembrano ammiccare ai passanti, come due amiche in abito da festa.

SONY DSC

Procediamo per via Manzoni che termina con l’ampio crocevia di via Francesco Crispi e via Niccolò Pizzoli. Sospesi sono rimasti i cavi elettrici di vecchi tram che forse attendono invano di essere ripristinati, per dare anch’essi una mano alla riduzione dell’inquinamento e del traffico. In quel crocevia si guardano pini, oleandri e alberi di pepe selvatico del giardino Garibaldi, la facciata della Chiesa di San Francesco e un bell’edificio di quattro piani, con i mattoni rossi e i profili bianchi. Il suo grande angolo è dolcemente arrotondato e accompagna con grazia e potenza la curva della strada. E’ stato per tanti anni una clinica, poi “Casa per anziani Adriatica”, infine a lungo abbandonato. Oggi risorge per appartamenti residenziali, buttando l’occhio al mare vicino, all’oasi verde e ai pennacchi dei pini del giardino Garibaldi, alla facciata dell’antica chiesa. E’ il primo a sentire le sue campane, ce l’ha fatta a salvarsi.

ex casa per anziani Adriatica

Chiesa di San Francesco

Tornando a casa dalla mia passeggiata, mi accorgo di un altro anonimo palazzo, ad angolo fra via Dante Alighieri e via Sagarriga Visconti, risorto a nuova vita. Un palazzo ad uso abitativo, di inizio secolo, ma così rimesso a nuovo che potrebbe essere la sede elegante di un ministero…

E allora mi ripeto: eppur si può!

via Dante

© 2016 Libertiamoci.Bari.it - Ass.Cult. “Scuola di Formazione alla Cittadinanza Attiva – Libertiamoci” - Sito realizzato da Barikom. Su